Mostra contenuti secondari Nascondi contenuti secondari

Da tutto il periodo di gravidanza a quello neonatale, l’osteopata può essere d’aiuto per tutti i disturbi tipici della neonatologia e della pediatria. In generale la possibilità di curare sin dalla primissima infanzia malformazioni, scompensi della struttura ossea e disfunzioni dell’apparato membranoso e legamentoso può evitare dolorosi e lunghi percorsi di cura una volta adulti.

“I tessuti posseggono una loro memoria” e tutto rimane impresso. Per questo è importante l’osteopatia nei bambini, perché evita che le disfunzioni si strutturino.


Sin dalla vita intrauterina il neonato può subire condizionamenti che provocano a loro volta delle disfunzioni più o meno gravi. Può accadere che le strutture coinvolte nella gravidanza e nel parto non riescano a compensare come dovrebbero le continue richieste di adattamento dato dalla crescita del feto e il bacino può  così provocare delle compressioni anomale al futuro neonato.

Durante il travaglio ed il parto le ossa del cranio sottoposte a molte tensioni si modellano in maniera da affrontare nei migliori dei modi il parto, ma può capitare che alla nascita il cranio si presenti leggermente allungato o deviato. Questo non rappresenta una patologia in sé, ma se naturalmente durante i primi giorni di vita extrauterina il cranio non riprende la normale forma, le mani dell’osteopata possono aiutare a riportare la forma del cranio in una situazione più fisiologica.

Anche nel parto cesareo a causa del gioco di pressioni, si possono riscontrare problemi. 
Vi è una notevole pressione all'interno della pancia ed una pressochè nulla nell'ambiente esterno. Il feto, durante il passaggio diretto dall’ambiente fetale al mondo esterno, è sottoposto ad una forza come di trazione del cranio in senso trasversale ed una successiva difficoltà di adattamento alle nuove pressioni. 

Il primo trattamento osteopatico del bambino entro il 1° anno di vita è gratuito! 

Particolari situazioni durante il parto quali:

  • primo parto 
  • presentazione podalica
  • travaglio lungo e difficile
  • parto gemellare
  • uso di anestesia epidurale
  • anomalie uterine
  • estrazione con ventosa
  • uso di ossitocina

possono porre il neonato al rischio di alcuni disturbi somatici, anche se la natura dota già spontaneamente il bambino della capacità di crescere al meglio e rafforzarsi autonomamente.

Il trattamento osteopatico è utile anche per i disturbi pediatrici più comuni:

  • otiti,
  • dolori addominali,
  • coliche,
  • rigurgiti,
  • problemi digestivi,
  • dimorfismi, (deformazione della testa del neonato),
  • malocclusioni,
  • strabismo etc... 

 

A questo link tanti articoli sull'osteopatia in pediatria tratti dal sito: http://www.tuttosteopatia.it/osteopatia-pediatria/